La voce di Dio

da | 20 Apr 2020 | in evidenza, meditazioni, notizie | 0 commenti

In Thailandia l’assenza delle orde di turisti dalle spiagge ha permesso alle rare tartarughe marine “leatherback” di tornare a deporre le uova. Non si trovavano così tanti nidi di queste che sono le tartarughe più grandi che ci sono sul pianeta da più di due decenni

Gli abitanti di Jalandhar, nel Punjab settentrionale, in India, riescono finalmente dopo trent’anni ad ammirare le montagne della catena dell’Himalaya, non più coperte dall’inquinamento atmosferico. Gli abitanti delle maggiori metropoli del mondo, da Pechino a Nuova Delhi, da Londra a Bangkok possono alzare lo sguardo e fare un’incredibile scoperta, il cielo è azzurro. Poi col naso respirano qualcosa che non avevano mai provato prima, ossigeno invece dei gas di scarico del traffico automobilistico.

I pesci tornano a nuotare nelle acque dei canali di Venezia, che non avevamo mai visto così puliti. I delfini giocano felici nei porti di Cagliari e Trieste. I daini e i cervi che dall’India all’Inghilterra, dalla Sardegna all’Abruzzo, invadono pacifici i villaggi finalmente silenziosi. Famiglie di leoni che si godono la pace di golf club abbandonati in Sud Africa. Mamma papera che guida i suoi pulcini sulle sponde deserte del Tevere a Roma. Famiglie di lepri che si godono i parchi di Milano…

Sono soltanto alcuni dei tanti episodi raccontati dalle cronache di questi giorni. Madre Natura, di cui siamo anche noi figli, celebra la Vita. E ci parla. Non c’è bisogno di traduzioni o interpretazioni. Il cuore di ogni essere umano può capire questo messaggio, se solo lo ascoltiamo in silenzio. Quel silenzio che tutti i saggi e i mistici di ogni Tradizione e di ogni epoca hanno chiamato la voce di Dio.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code